VERIFICA DIRETTA – di Simone Menichetti

L’importanza della sperimentazione metafisica 2

Chi legge per la prima volta le Opere di Tommaso Palamidessi, fondatore della Scuola Archeosofica, non può fare a meno di notare il costante invito dell’Autore a sperimentare in prima persona le tecniche ascetiche presenti all’interno dei Quaderni della omonima Collana. Queste ultime sono delle ginnastiche, degli allenamenti per la mente ed il corpo elaborati e perfezionati in una vita di lavoro e sacrifici. esoterismo 10

Attualmente la società mira a renderci sempre più passivi e inerti: perché determinare in autonomia e consapevolezza le proprie scelte quando qualcuno può pensare e decidere al posto nostro? Sempre di più ci si rende conto di essere sperimentatori indiretti della propria vita. Non c’è bisogno di pensare a sistemi complessi, basta andare ad un qualsiasi supermercato: i clienti percorrono un tragitto tra i prodotti prestabilito, in modo tale da facilitare alcuni tipi di acquisto, i beni di consumo sono disposti ad altezze variabili a seconda dei requisiti di vendita, per non parlare poi del quantitativo di pesticidi, conservanti, coloranti, addensanti che, consapevolmente o meno, si è portati ad assumere ogni giorno. musica nella testa

Cosa vuol dire sperimentare? Per definizione si sperimenta quando si sottopone qualcosa a delle verifiche, si fanno delle prove per capirne la qualità, l’efficienza ed il rendimento. Occorre, ovviamente, seguire una procedura attendibile, oggettiva e ripetibile ed i vantaggi sono numerosissimi, eccone alcuni:

  • 1) Risultato personale (non soggettivo): chi verifica in prima persona acquisisce una conoscenza diretta e, difficilmente, si fa influenzare da terzi. Come si è soliti dire: un conto è andare in America, un conto vedere le foto da un libro.
  • 2) Ampliamento delle conoscenze personali: lo sperimentatore, divenendo più cosciente e consapevole, opera delle scelte basandosi sulle proprie reali
  • 3) Crescita collettiva: sperimentare assieme porta ad un continuo scambio di conoscenze, è uno stimolo per progredire e divulgare le proprie esperienze. Se Alexander Fleming, scopritore della penicillina, non avesse condiviso la sua scoperta con il resto del mondo a quest’ora non potremmo avvalerci dei moderni antibiotici. scienza angelo

Personalmente, ritengo che al di là di chiacchiere inutili, di timori infondati, di scetticismi paradossali quello che conta realmente è provare in prima persona le tecniche consigliate da Tommaso Palamidessi, farsi una propria idea e poi decidere in piena libertà e autonomia se proseguire o meno gli esercizi. Ogni Uomo ed ogni Donna hanno già tutto l’occorrente a propria disposizione per operare, quella che deve maturare è solo la curiosità e la voglia di sperimentare.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...